Un operaio che stava effettuando lavori di manutenzione è morto nell’esplosione di un distributore di benzina a Monte Urano, in provincia di Fermo.

Secondo una prima costruzione la vittima, 29 anni, stava lavorando all’impianto antincendio quando è stato travolto dalla deflagrazione e sbalzato a metri di distanza.

Inutili i soccorsi del 118 arrivati da Sant’Elpidio a Mare, l’uomo è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il distributore e, stando ai primi accertamenti, non hanno rilevato nessuna fuga di metano.

Restano, dunque, ancora da chiarire le cause dell’esplosione delle quali si occuperanno gli stessi vigili del fuoco e i carabinieri di Monte Urano e Montegranaro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Firenze, feto morto ritrovato dentro una borsa vicino a una farmacia: indagano i carabinieri

prev
Articolo Successivo

Ponte Morandi, “dal 2014 Autostrade e Atlantia avevano in mano un report che avvertiva del ‘rischio crollo'”. Per 4 anni nessun intervento

next