“È un problema di super ego. Non posso risolverlo io, ma ci vorrebbero migliaia di psichiatri”. Con queste parole Philippe Daverio è ritornato sulla polemica contro i siciliani. Il critico nelle scorse settimane era stato protagonista di una dura polemica che era arrivata addirittura in parlamento a causa delle sue dichiarazioni contro il popolo siciliano. Oggi durante Book city Milano è tornato sull’argomento, parlando poi anche di razzismo. “L’Italia non è mai stata razzista, ma era di più. È campanilista. La politica sfrutta molto questo trend, utilizzando le forme di populismo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Polemiche a Venezia per le riprese del film di Stefano Accorsi: “Schifo”, “Fuori dalle pa**e!”. E lui: “Cosa dovremmo fare? Ognuno lotta per fare il suo lavoro”

prev
Articolo Successivo

Alex Zanardi: “Sono stato oggetto di studi perché sono sopravvissuto con meno di un litro di sangue in corpo per 50 minuti”

next