“Pensiamo che non ci sia stata la volontarietà di colpire la squadra dei Vigili del fuoco, ma sembra che ci sia stato un differimento nei tempi delle due esplosioni”. A dirlo è il portavoce nazionale dei Vigili del Fuoco Luca Cari che oggi si è recato sul luogo dell’esplosione che è costata la vita a tre persone a Quargnento in provincia di Alessandria: “Quello che ha prodotto la seconda esplosione è in via di accertamento perché le cause sono sotto le macerie

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alessandria, chi sono i tre Vigili del fuoco morti nella cascina esplosa a Quargneto

next
Articolo Successivo

Reddito cittadinanza, 12 irregolari a Bergamo: ‘Una donna ha finto di essere separata e non ha dichiarato che marito guadagna 120mila euro’

next