Ho sento uno scoppio esagerato, l’onda d’urto mi ha lasciato senza fiato”. Il signor Giuseppe abita a poche centinaia di metri dalla villetta di Quargnento, in provincia di Alessandria, dove questa notte si sono verificate due esplosioni di “natura dolosa” che hanno provocato la morte di tre vigili del fuoco. Si commuove mentre ricorda il momento in cui ha sentito “le voci dei superstiti che chiamavano i propri colleghi per nome”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alessandria, esplosione in cascina disabitata: 3 pompieri morti e 3 feriti. Procuratore: “Atto doloso, abbiamo trovato timer e bombola gas”

next
Articolo Successivo

Alberto Antonello si è svegliato dal coma: “Ha chiesto della fidanzata morta nell’incidente”

next