Ha sparato un colpo di pistola al fratello, uccidendolo sul colpo, e poi è scappato in auto. La sua fuga però è durata solo qualche ora, poi l’uomo si è costituito in caserma. È successo sabato pomeriggio in un appartamento di Trecate, in provincia di Novara: la vittima è Daniele Saporito, di 36 anni, e a sparare è stato il fratello Rosario, di quattro anni più vecchio. All’origine del gesto ci sarebbe stato un litigio tra i due fratelli al quale però non avrebbe assistito nessuno.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, dopo aver sparato al fratello, Rosario Saporito si è dato alla fuga a bordo della sua Hyundai, portando con sé l’arma del delitto. Subito erano scattate le ricerche, condotte sia in Piemonte sia in Lombardia ma dopo alcune ore l’uomo si è costituito ai carabinieri di Novara, consegnando la pistola con la quale si presume abbia commesso l’omicidio, saranno gli esami balistici a confermarlo. Da una prima ricostruzione i due vivevano con la madre e sembrava essere una famiglia normale, il 40enne faceva l’autista, mentre la vittima il pizzaiolo.

Nell’appartamento di Trecate vive anche la sorella che al momento dell’omicidio non si trovava in casa. La vittima, che da poco tempo si era separato dalla moglie, era padre di due bambini piccoli. Nella casa dove è avvenuto il delitto, abita anche la madre dei due fratelli Saporito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Andrea Manfredi, morì nell’incidente aereo in Indonesia: la sua famiglia fa causa alla Boeing

next
Articolo Successivo

Lucca Comics, ragazzi sfilano vestiti da nazisti. Visitatore li contesta: “Vergogna, non è un gioco”. Comune e organizzatori: “Offensivo”

next