La prima nazione europea a connettersi ad Arpanet è stata la Gran Bretagna, con un solo computer. È il 1973, quasi cinque anni dopo il lancio negli Stati Uniti, che finanziano anche le prime connessioni europee. Nello stesso anno Robert Kahn e Vinton Cerf elaborano un protocollo che permette di far comunicare Arpanet con altre reti di computer sviluppatesi in Francia e nel Regno Unito. È il protocollo TCP/IP, o Internetworking protocol (protocollo per l’interconnessione delle reti). Semplicemente chiamato Internet, si basa su una trasmissione di dati sotto forma di pacchetto. Ci vogliono però altri 10 anni prima che Arpanet inizi ad usare i nuovi protocolli che ancora oggi costituiscono lo standard di comunicazione per il collegamento tra reti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il cubo di Rubik di Xiaomi che parla con lo smartphone e aiuta a trovare la soluzione

next
Articolo Successivo

Internet compie 50 anni. E ancora non sappiamo dove porterà

next