Una serata con gli Artists for Rojava: un evento di informazione e spettacolo per sostenere la Mezzaluna rossa curda sulla scia dell’appello firmato da decine di artisti e lavoratori del mondo della cultura contro l’invasione turca nel Nord della Siria, in difesa dell’esperienza democratica del Rojava. “Qui, da 7 anni – si legge nella nota dell’evento – si convive tra le diverse culture e religioni e dell’uguaglianza di genere e ora rischia di essere cancellata dall’aggressione militare di un esercito della Nato e delle bande jihadiste che lo supportano”.

L’appuntamento è per stasera 27 ottobre a Roma al Cinema Palazzo di piazza dei Sanniti a San Lorenzo. Le porte si apriranno alle 19.30 per l’aperitivo preparato dalla comunità curda romana, mentre alle 20:30 si alterneranno reading di scritti dalla lotta curda live e proiettati, con i contributi di Valeria Golino, Alba Rorhwacher, Jasmine Trinca, Daniela Calò, Chiara Gioncardi, Alessandro Pieravanti, Xulio Petruschi e Aurora Peres e i musicisti Valerio Vigliar e Cristiano de Fabritiis. A seguire Marco Damilano e Lucia Annunziata intervisteranno Erol Aydemir del centro culturale curdo Ararat, Eddi Marcucci ex combattente YPJ, Alessandro Orsetti il padre di Lorenzo, combattente YPG caduto in Siria contro l’Isis, e Enrica Rigo, docente di RomaTre. E sul finale Valerio Mastandrea e Zerocalcare animeranno l’asta di tavole originali tratte dal fumetto Kobane Calling.

Foto dell’evento dalla pagina Facebook di Nuovo Cinema Palazzo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alienazione parentale, perché i suoi sostenitori sfuggono ai confronti?

next
Articolo Successivo

Giordania, quelle donne in carcere per aver disubbidito al maschio di casa

next