I genitori sono andati a svegliarlo la mattina e non lo hanno trovato: Alessandro Cesarini, un ragazzino 14enne di Civitavecchia, in provincia di Roma, è scomparso da giovedì 17 ottobre. Le ricerche sono scattate quando la madre e il padre del ragazzo si sono rivolti alla polizia, venerdì pomeriggio. I due hanno anche lanciato un appello sui social, diffondendo una fotografia del figlio per aiutare eventuali testimoni nell’identificazione.

A quanto ricostruito, il 14enne mercoledì aveva avuto un colloquio con i servizi sociali. Secondo il padre, potrebbe essersi allontanato per il timore di essere portato in una struttura. Sul caso indagano i poliziotti del commissariato di Civitavecchia. Secondo i media locali, al momento dell’allontanamento il ragazzo indossava un paio di jeans e una una felpa scura (probabilmente nera o nera e rossa) e un paio di scarpe Nike air max di colore nero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maltempo, forti piogge in tutto il Nord Ovest. Allerta in Piemonte, frane in Liguria: treni fermi sulla Genova-Torino e per Milano

next
Articolo Successivo

Castelfranco Veneto, studente di 14 anni muore per un malore durante l’ora di ginnastica

next