Fortnite è da quasi 2 anni uno dei videogame più giocati e più seguiti in streaming, superando i 250milioni di giocatori tra pc, console e smartphone, capace di rendere vere e proprie super star i content creator più bravi che per primi hanno abbracciato il titolo.

Per le 20:00 di ieri sera gli sviluppatori avevano annunciato “The End” (la fine), un evento per celebrare il termine della decima “stagione” di gioco, ma che al contempo secondo alcuni leak avrebbe visto arrivare nel gioco grandi cambiamenti. Allo scoccare dell’orario previsto i player connessi -purtroppo a causa di sovraccarichi dei server molti sono stati disconnessi- hanno potuto assistere ad una serie di animazioni non dipendenti dalla loro volontà, vedendo prima una serie di missili creare dei rift nel cielo, finendo per crearne uno in grado di far sparire il gigantesco asteroide che dall’inizio della season X stazionava poco al di sopra della mappa.

Poco dopo però missili e asteroide sono tornati colpendo la mappa e generando un buco nero che ha risucchiato tutta la mappa. Da allora il gioco è praticamente non giocabile, vedendo la schermata con il buco nero mostrato ai player che provano a giocare. Buco nero che milioni di player (dati non ufficiali parlano di circa 6) hanno continuato a guardare in live su Twitch (piattaforma che ha subito crash e rallentamenti per la massa di pubblico inattesa) e Youtube per le ore successive, in attesa di novità, sia sui canali ufficiali di Fortnite sia su quelli dei vari streamer che han deciso di proseguire le loro trasmissioni cercando di svelare con il proprio pubblico il mistero che attualmente avvolge il gioco (vedendo l’italiano Pow3r avere un picco di oltre 70.000 viewers in contemporanea) .

Nel mentre Epic Games ha praticamente “oscurato” i profili social legati al titolo, vedendo sparire da twitter tutti i propri tweet, mentre su instagram le ultime 9 foto (la prima schermata che viene mostrata accedendo al profilo) mostrano il buco nero.

Cosa succederà a Fortnite per ora è un mistero, un puzzle che vari appassionati stanno cercando di risolvere cercando di scovare indizi nei vari numeri emersi intorno al buco nero; molto probabilmente si vedrà una nuova mappa, o vari cambiamenti al sistema di gioco, cambiamenti che andranno a comporre un vero e proprio secondo capitolo per il battle royale di Epic. Va detto però che siamo di fronte ad un evento unico, solo Fortnite nell’attuale panorama videoludico può permettersi di mantenere milioni di persone incollate agli schermi del proprio device mentre il gioco è praticamente offline.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili