L’occasione è la conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro la Lazio, in programma a San Siro domani sera. Antonio Conte però è andato oltre la partita, affrontando a modo suo il tema del razzismo nel calcio. “Razzismo? Mi sono trovato degli articoli in cui si parla del prossimo Inter-Juventus come una gara in cui verrò ricoperto di insulti – ha detto il tecnico dell’Inter – Lì rimango sbalordito perché chi scrive e parla dovrebbe avere più senso di coscienza e capire cosa provoca, che sentimento trasmette a chi legge. Io fossi il direttore del giornale – ha aggiunto Antonio Conte – li caccerei a calci in culo”. Parole durissime quelle del tecnico salentino, che poi ha spiegato la sua presa di posizione: “”Cerchiamo di guardarci. Chi scrive o chi parla sta sempre dalla parte della ragione – ha sottolineato – È come le sostituzioni, al ’95 sono bravi tutti a farle. Chi scrive e comunica ha una responsabilità in più – ha detto – perché chi scrive e comunica viene riportato dai social e alimenta una spirale di odio e insoddisfazione. Perché? Perché fa più presa? – si è chiesto Conte – A me dà veramente fastidio vedere questo o suggerire di insultare una persona durante una partita”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milan provinciale, così vince sempre l’Inter. Ormai del derby di Milano è rimasto solo il tifo

next
Articolo Successivo

Serie A, 5° giornata: all’Inter basta D’Ambrosio per tornare in vetta da sola. Napoli e Roma ko in casa: festeggiano Atalanta e Cagliari

next