Ospite della kermesse di Atreju, il sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi è tornato sulla polemica sul Festival Incontri e sull’esclusione di Roberto Saviano e Zerocalcare dalla lista degli ospiti (esclusione chiesta dallo stesso Comune). “Sono stato accusato di censura – ha detto il sindaco di Fratelli d’Italia dal palco – solo perché ho chiesto a una tizia di non spendere 700mila euro per fare una carnevalata di sinistra dove era assente il pluralismo. Mi dicono che non voglio Saviano e Zerocalcare. Sì in realtà non li voglio – prosegue – L’Aquila è una città plurale, nobile, aristocratica che non merita questo genere di cose”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Conte, faccia a faccia con Landini: “Favorevole al carcere per i grandi evasori. I condoni non possono essere base della disciplina fiscale”

prev
Articolo Successivo

Pd, Geloni vs Fusani: “Renzi aveva brutalizzato le minoranze e lo sanno tutti”. “Alle direzioni potevano parlare tutti, ti pare niente?”

next