Ospite della kermesse di Atreju, il sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi è tornato sulla polemica sul Festival Incontri e sull’esclusione di Roberto Saviano e Zerocalcare dalla lista degli ospiti (esclusione chiesta dallo stesso Comune). “Sono stato accusato di censura – ha detto il sindaco di Fratelli d’Italia dal palco – solo perché ho chiesto a una tizia di non spendere 700mila euro per fare una carnevalata di sinistra dove era assente il pluralismo. Mi dicono che non voglio Saviano e Zerocalcare. Sì in realtà non li voglio – prosegue – L’Aquila è una città plurale, nobile, aristocratica che non merita questo genere di cose”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte, faccia a faccia con Landini: “Favorevole al carcere per i grandi evasori. I condoni non possono essere base della disciplina fiscale”

next
Articolo Successivo

Fisco, Conte: “Favorevole a pene detentive per i casi di conclamata evasione. Condoni non possono essere parte del sistema”

next