Ospite della kermesse di Atreju, il sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi è tornato sulla polemica sul Festival Incontri e sull’esclusione di Roberto Saviano e Zerocalcare dalla lista degli ospiti (esclusione chiesta dallo stesso Comune). “Sono stato accusato di censura – ha detto il sindaco di Fratelli d’Italia dal palco – solo perché ho chiesto a una tizia di non spendere 700mila euro per fare una carnevalata di sinistra dove era assente il pluralismo. Mi dicono che non voglio Saviano e Zerocalcare. Sì in realtà non li voglio – prosegue – L’Aquila è una città plurale, nobile, aristocratica che non merita questo genere di cose”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte, faccia a faccia con Landini: “Favorevole al carcere per i grandi evasori. I condoni non possono essere base della disciplina fiscale”

next
Articolo Successivo

Fisco, Conte: “Favorevole a pene detentive per i casi di conclamata evasione. Condoni non possono essere parte del sistema”

next