“Mi aspetto che il governo la smetta di parlare a vanvera promettendo tutto a tutti ed abbia il coraggio di dire agli italiani come siamo messi in termini di risorse. Entrare nel governo? O spaccavo le porte o entravo col kalashnikov. Anche dopo tentativi di avere dei colloqui non ho avuto risposte di alcun tipo. Inoltre confermo la decisione assunta in direzione di opposizione costruttiva specie dopo aver sentito il libro die sogni del Conte bis. È un modo di ingenerare attese e quindi poi frustrazioni e quindi ribellioni. Salvini si è dato una zappata da solo, vediamo perlomeno di non riportarlo in auge. L’uscita di Renzi dal pd? Seguo come tutti voi con un certo mal di testa. Io credo che difficilmente ho visto un livello di trasformismo simile a quello di questi giorni”. Così Emma Bonino a margine dell’incontro con gli iscritti di +Europa a Napoli

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Regeni, il 7 ottobre Di Maio incontrerà la famiglia alla Farnesina. Pronta a partire la commissione d’inchiesta della Camera

prev
Articolo Successivo

Pd, Zingaretti: “Ho saputo di uscita di Renzi con un whatsapp. Bellanova e Scalfarotto? Mai sentiti”. E parla dell’incontro col fratello Luca

next