Marc Marquez vince il gran premio di San Marino a Misano. Detta così sembra facile, ma il campione del mondo in carica ci mette tutta la gara a domare la Yamaha di quella “bega” (Valentino dixit) di Fabio Quartararo. Il campione del mondo gli rimane incollato dal primo al penultimo giro, poi lancia l’attacco e si esibisce in un sorpasso talmente ben riuscito da garantirgli 20 metri di allungo che conserverà fino alla fine. Quartararo ci prova, si mette in scia, ma nella unica occasione, a due curve dalla fine, Marquez evita di lasciare spazi aperti (come nelle gare perse con Dovizioso e Rins) e il francese è costretto a chiudere il gas per evitare il contatto.

Dietro i due, la battaglia dura un giro. Vinales parte in pole, ma esattamente come nelle ultime due gare, lo spagnolo della Yamaha arranca all’inizio e risale solo nel finale, non abbastanza per insidiare i due. Dietro, staccato, arriva Valentino Rossi che paga, mai come questa volta, la partenza dalla settima posizione. Troppi giri dietro a Rins, Espargaro e Morbidelli lo fanno restare indietro. E anche se il pesarese ha il ritmo giusto, non basta per risalire oltre il quarto posto. Giornata da dimenticare per le Ducati e per le Suzuki. Dovizioso è sesto, Petrucci decimo dietro a Miller, Rins cade, ma avrebbe comunque dovuto scontare una penalità. Sorride a denti stretti la Ktm: Espargaro, partito dalla seconda posizione, regge il ritmo dei grandi per qualche giro poi è costretto a cedere il passo. Chi non sembra uscire dal buio è Jorge Lorenzo: parte 18°, arriva 14° senza mai passare una volta davanti agli obiettivi delle telecamere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp, a Misano Vinales in pole davanti a Espargaro e Quartararo. 7° tempo per Valentino Rossi

next
Articolo Successivo

MotoGp Aragon, le qualifiche: Marquez ancora dominatore, Quartararo è secondo. Rossi sesto

next