Mentre gli attivisti del comitato No Grandi Navi e dei Fridays For Future hanno sgombrato il red carpet del Lido, occupato questa mattina, alla Mostra del Cinema di Venezia è sbarcata un’altra leggenda del rock: Mick Jagger. Il frontman dei Rolling Stones recita, nei panni di uno spregiudicato mercante d’arte e gallerista newyorkese, nel film che chiuderà stasera fuori concorso, dopo l’assegnazione dei Leoni, la 76ma edizione del festival veneziano: The burnt orange heresy di Giuseppe Capotondi. Osannato da fan di tutte le età, al suo sbarco all’imbarcadero del Casinò, Jagger si è fermato brevemente a firmare qualche autografo e si è diretto rapidamente nel Palazzo, per la conferenza stampa. “Gli attivisti contro i cambiamenti climatici? Sono contento che protestino, qui sul red carpet o altrove”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Miss Italia 2019, Carolina Stramare: “Dedico la vittoria a mia mamma che non c’è più”

next
Articolo Successivo

Mickey Rourke irriconoscibile in televisione: fan sconvolti dalla trasformazione dell’attore

next