È morta dopo aver mangiato una pizza in un ristorante a Villorba, in provincia di Treviso. La vittima è una ragazza di dodici anni, deceduta dopo uno shock anafilattico causato dall’allergia alle proteine del latte di cui soffriva. Ai primi sintomi del malore la ragazza aveva avvisato la madre, che le ha somministrato l’adrenalina. Dopo un primo miglioramento, però, le sue condizioni sono peggiorate, fino all’arresto cardiaco, nonostante l’intervento del 118. Con ogni probabilità a causare la morte è stata la mozzarella sulla pizza.

La dodicenne a giugno aveva concluso la terza media e a settembre avrebbe iniziato a frequentare l’istituto Palladio di Treviso, per studiare grafica. La ragazza, figlia di imprenditori locali, era anche impegnata come animatrice all’oratorio di Visnadello di Spresiano, dove abitava. Conviveva da tempo con l’allergia ed era attenta a ciò che mangiava: in passato aveva avuto altre crisi del genere, sempre soccorsa e curata dai genitori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eccidio di Sant’Anna di Stazzema, Mattarella: “Chi dimentica è debole”. Moavero: “70 anni di pace grazie all’Unione europea, va preservata”

next
Articolo Successivo

L’Aquila, Roberto Vecchioni canta “Bella Ciao” in piazza e il sindaco leghista attacca: “È propaganda politica di basso livello”

next