Al vicepremier leghista piacciono i cartelli con le scritte. In passato ne ha usato uno per dire che ha “smesso” di fumare, per esempio. La sera del 26 maggio ne scarabocchia uno per ringraziare gli elettori che hanno votato in maggioranza la Lega alle Europee. Alle spalle, la sua libreria e gli oggetti che raccontano l’uomo: la foto di Putin e il cappellino di Trump, la Madonna e il Tapiro, il gadget del Milan e un libro di Lilly Gruber.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Carlo Verdone, l’imitazione del fan salentino è perfetta: “Ecco cosa mi ha detto”. Il video pubblicato dall’attore

next
Articolo Successivo

L’ironia di Fiorello sul governo: Salvini è il gatto che si mangia il topo (M5s), il Pd un cane innocuo

next