Dall’8 agosto al cinema abbiamo anche le braccia violente della Universal. La saga tutta muscoli e motori di Fast & Furious si sdoppia infatti con Hobbs and Shaw, spin-off sui due tipacci interpretati da Dwain Johnson e Jason Statham. Siamo ovviamente dentro e ben oltre il semplice action. Ribaltate leggi fisiche e una tonnellata di scomodi nemici, i protagonisti trotterellano per il mondo a dar battaglia ai cattivoni.

Lo script è pieno di ironia al testosterone, l’ammiccamento viene confezionato a pennello su un pubblico leggero che vuole stupire gli occhi e rilassare la mente. Nella prima settimana di sala in giro per il mondo ha incassato 185 milioni di dollari su un investimento produttivo di 200 milioni. Destinato a masticare il miliardo, probabilmente.

Nel suo caleidoscopio di assurdità fa sgranare gli occhi o scuotere la testa, a seconda del tipo di spettatore, però intrattiene sempre e senza annoiare grazie a un’ipertrofia di situazioni tenute insieme da una sceneggiatura parecchio astuta. Nota colorita, la family di Hobbs: un manipolo di fratelloni affettuosi e spavaldi, ma avvezzi tutti a tecnologia e danze propiziatorie.

https://www.youtube.com/watch?v=PU1h-LH-Cc8&list=PLw7UJp1sQuY5gsnJGF4fRn7qE8GZWR4Rh&index=2&t=0s

INDIETRO

Un agosto ricco al cinema. Tra le uscite: Il Re Leone, Fast & Furious, The Nest, L’ospite

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Charlie says, il male assoluto in un biopic sulle adepte del santone killer Charles Manson

next
Articolo Successivo

Piero Tosi morto, addio al costumista Premio Oscar: lavorò con Zeffirelli, Visconti e Pasolini

next