Mentre sul governo soffiano venti di crisi, il senatore M5s Gianluigi Paragone interviene con una diretta facebook sul tema della perdita di consenso da parte del movimento: “L’unico tema politico è quello legato alla crescita e secondo me la perdita dei consensi del M5s sta tutto lì – dice Paragone -. Il ministro dell’economia continua a remare contro: c’è un problema di crescita e si risolve solo con gli investimenti pubblici. Di Maio è nell’epicentro della crisi ma noi abbiamo giocato troppo con il pallottoliere: Tria è un ragionierino, un contabile, una robina che sta li a guardare gli impegni dell’Europa. Bisogna avere coraggio, lo Stato è centrale, altrimenti non ne esci. L’Europa è niente… è stato sbagliato votare la Von der Leyen e dire sì alla Lagarde, voglio un movimento che sia critico verso l’Europa, altrimenti a cosa serviamo? abbiamo cominciato a perdere quando abbiamo mollato sulla grande ragione della spinta, gli investimenti pubblici”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, Toninelli evita le domande: “Non andare avanti significa tradire mandato”

prev
Articolo Successivo

Governo, Conte rientra a piedi dopo colloquio con Mattarella ma non risponde ai cronisti

next