“Intendo proporre un nuovo patto per le migrazioni e l’asilo, abbiamo bisogno di una nuova soluzione”. A rivendicarlo, a margine di un bilaterale con il premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi, la presidente eletta della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. “Vogliamo che le nostre procedure siano efficaci, efficienti ma anche umane. Non è un compito facile, ma abbiamo capito tutti che non esistono soluzioni facili. Serve rivedere il concetto di ripartizione degli oneri. Sappiamo che Italia, Spagna, Grecia sono geograficamente esposte: è fondamentale poter garantire la solidarietà ma ciò non è mai un processo unilaterale. Il mio obiettivo politico primario è superare le divisioni, tra nord e sud, est e ovest, piccoli paesi e gradi paesi. Una Ue unita ha bisogno di un’Italia forte e prospera“. Un tema, quello della gestione dei flussi di migranti, sottolineato nel suo intervento anche dal premier Conte: “Dobbiamo modificare, in modo più adeguato, il trattato di Dublino, e gestire in modo più efficace i flussi migratori. Non è pensabile che il problema rimanga sulle spalle dei paesi di primo arrivo”, ha spiegato il presidente del Consiglio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili