“A me e a molti altri non è stato permesso intervenire in Assemblea. Ed è strano, perché io sono arrivato presto, tra i primi, e mi sono prenotato subito. Chi ha potuto parlare, cosa ha fatto? Ha mandato un messaggio a qualcuno prima?”. Dario Corallo, militante del Pd, ha denunciato con un video su Facebook ciò che è successo ad alcuni iscritti del partito durante l’Assemblea, organizzata ieri a Roma. Corallo, in passato, si era espresso in modo molto critico contro la dirigenza.

“Tutti hanno denunciato le correnti. Ma la verità è che chi lo ha fatto è egli stesso un capocorrente. Basta con questa farsa”, ha aggiunto Corallo. Il riferimento è al segretario, Nicola Zingaretti, che ha parlato di una “rivoluzione, altrimenti così non si può andare avanti”. Le stesse parole sono state ripetute da altri esponenti del Partito democratico, intervenuti sul palco, come Gianni Cuperlo e Anna Ascari.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fondi alla Lega, il ‘Russiagate all’italiana’ è solo all’inizio

next
Articolo Successivo

Fondi russi alla Lega, Di Maio: “Quando il Parlamento chiama il politico risponde”. Conte: “Dobbiamo trasparenza”

next