Quattro magazzini postali del quartier generale di Facebook, a Menlo Park in California, sono stati evacuati il primo luglio dopo il ritrovamento di una sostanza sospetta in un pacco recapitato alla società. Il pacco è risultato positivo ai test per il Sarin, un gas con possibili effetti letali classificato come arma chimica di distruzione di massa. Due persone potrebbero essere esposte alla sostanza e sono sotto osservazione, ma al momento non hanno manifestato alcun sintomo. Sono in corso indagini da parte dell’Fbi.

Un portavoce di Facebook, secondo quanto riporta il Telegraph, ha dichiarato: “Un pacco consegnato a una delle nostre sale di posta è stato ritenuto sospetto: abbiamo evacuato quattro edifici e stiamo conducendo un’indagine approfondita in coordinamento con le autorità locali. Le autorità non hanno ancora identificato la sostanza trovata. La sicurezza dei nostri dipendenti è la nostra massima priorità e condivideremo informazioni aggiuntive quando saranno disponibili”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nazanin Zaghari-Ratcliffe in carcere in Iran. Uno sciopero della fame riaccende la speranza

prev
Articolo Successivo

Iran: “Superato il limite di 300 chili di uranio arricchito stabilito dall’accordo”. Trump: “Stanno giocando col fuoco”

next