Armato di fucile a pompa, è entrato in un albergo e ha aperto il fuoco su chiunque si trovasse all’interno delle camere. È successo nell’Hotel Palms sulla McMinn Street di Darwin, in Australia. Secondo un primo conto delle vittime, almeno cinque persone sono morte e diverse altre sono rimaste ferite, due dei quali in ospedale in condizioni stabili. L’uomo sospettato della sparatoria, 45 anni, è stato arrestato dalla polizia mentre stava cercando di fuggire. Gli investigatori hanno escluso la pista terroristica.

Secondo alcuni testimoni, il presunto killer è entrato in ogni camera per controllare se ci fosse qualcuno di nome Alex. Nel corso della sua azione ha sparato almeno venti colpi. Alla fine dell’azione, l’uomo è riuscito a rimanere a piede libero per circa un’ora mentre in tutta la città venivano allestiti dei blocchi stradali per cercare di individuarlo e fermarlo. Secondo l’emittente locale Abc, il 45enne era stato recentemente rilasciato dal carcere.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Incendio Notre-Dame, trovato piombo nel sangue di un bambino. Controlli per piccoli sotto i 7 anni e donne incinte

prev
Articolo Successivo

Sudan, esercito sgombera sit-in: 35 morti Giunta militare: “Elezioni entro 9 mesi”

next