Il Chelsea batte l’Arsenal 4-1 e conquista l’Europa League. È il primo trionfo europeo di Maurizio Sarri, arrivato al termine di una finale durate appena un tempo. Nella ripresa infatti i Blues hanno dominato l’altra squadra londinese affondandola con i colpi di Giroud al 49esimo, Pedro e una doppietta di Hazard. Inutile il tentativo di Iwobi di riaprire il match sul 3-1 al 69′, perché dopo tre minuti il secondo gol del talento belga ha spento il sogno di rimonta dei Gunners. Per l’ex tecnico del Napoli si tratta del primo trofeo conquistato nella sua carriera di allenatore.

Nella sfida tutta inglese ha la meglio la squadra più ‘italiana’ con i Blues che si impongono grazie ad un secondo tempo perfetto dopo aver anche sofferto nella prima frazione di gara le folate offensive della formazione di Emery. Sarri in avvio schiera il suo 4-3-3 con in attacco Hazard, Giroud e Pedro. A centrocampo Kanté, Jorginho e Kovacic, con Azpilicueta ed Emerson esterni e con Christensen e David Luiz centrali di difesa. Emery risponde col 3-4-1-2 con Ozil dietro le punte, Lacazette e Aubameyang. Maitland-Niles e Kolasinac esterni con Torreira e Xhaka in mezzo al campo. In difesa Papastathopoulos, Koscielny e Monreal.

In avvio al 9′ subito Arsenal pericoloso: cross dalla destra di Maitland-Niles con Kepa che allontana con i pugni e poi tiro sul fondo di Aubameyang. Al 18′ Kepa esce su Lacazette in area con l’attaccante che va giù ma per Rocchi nessun fallo. Il Chelsea sembra non riuscire ad organizzarsi e al 27′ bella palla messa in area da Aubameyang ma Azpilicueta libera e la gran botta da fuori di Xhaka tocca la traversa. 

Intorno alla mezz’ora la squadra di Sarri mette fuori la testa con Hazard che serve Emerson ma il sinistro dell’ex romanista viene deviato in corner da Sokratis. Lo stesso italo-brasiliano si ripete poco dopo ma questa volta è bravo Cech a respingere. Al 37′ Xhaka pesca in area Kolasinac che conclude e Kepa respinge con i pugni. Nel finale di primo tempo Chelsea vicino al gol: bellissima azione con sinistro finale rasoterra di Giroud e Cech respinge in tuffo.

Inizia la ripresa e il Chelsea va in rete: al 49′ cross dalla sinistra di Emerson e colpo di testa in tuffo di Giroud che batte Cech e non esulta. I Blues in vantaggio e l’Arsenal accusa il colpo. Al 60′ arriva il raddoppio: Hazard serve a sinistra Emerson, assist al centro e girata in gol con il sinistro di Pedro. Arsenal incapace di reagire e tris del Chelsea: Rocchi fischia un calcio di rigore per una spinta ai danni di Giroud e Hazard dal dischetto non sbaglia.

Nell’Arsenal entra Iwobi e va subito in rete: al 69′ angolo per l’Arsenal, palla che viene messa fuori e destro al volo del 23enne che si infila nell’angolino. Gli spazi aumentano e gli uomini di Sarri si infilano da tutte le parti. Entra William per Pedro e al 71′ arriva il poker. Emerson recupera palla e serve Giroud che tocca in area per Hazard che di sinistro va ancora in gol. Le occasioni per il Chelsea fioccano proprio con Willian che di destro impegna Cech e con Hazard che serve Azpilicueta ma la conclusione di destro finisce larga. Nel finale di gara colpo di coda dell’Arsenal che cerca di rendere meno amara la sconfitta ma prima Kepa salva su Lacazette e poi il giovanissimo Willock da poco entrato allarga troppo un destro piazzato che sfiora il palo. Fischio finale e Sarri può esultare. Dalla Stia a Cavriglia, passando per Empoli, si è preso l’Europa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europa League, tutto pronto per la finale Chelsea-Arsenal. Ma Sarri abbandona rifinitura dopo una lite e incontra Agnelli

prev
Articolo Successivo

Milan, salutati Leonardo e Gattuso si punta sulla decrescita felice: basta top player, è momento di giovani e bel gioco

next