Gli 80 euro? Non è nell’agenda del governo andare a toccare la misura che noi reputavamo sbagliata, quando è stata introdotta dal governo Renzi, ma che certamente ha creato un’aspettativa a chi la riceve. Togliere certezze ai cittadini non credo sia l’obiettivo di questo governo”. Sono le parole del capogruppo M5s al Senato, Stefano Patuanelli, ospite de “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus.

Il parlamentare pentastellato si esprime anche sul recente affondo del sottosegretario Giancarlo Giorgetti nei confronti del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, tacciato dal leghista di non essere imparziale: “La cosa va assolutamente chiarita. Il problema non è tanto l’aver messo in discussione la sua imparzialità, quanto la critica di Giorgetti che mi ha colpito. E cioè che Conte non avrebbe sensibilità politica. Se c’è una cosa che ha dimostrato il presidente Conte in questo anno di governo è proprio la sua altissima sensibilità politica. Onestamente – conclude – credo che sia un’altra frase uscita male del sottosegretario Giorgetti. Dipende dal caso Siri? Io temo che quello di Giorgetti sia semplicemente un modo per scalfire il grandissimo consenso del presidente del Consiglio”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Istituto superiore di sanità, ministro Grillo nomina Brusaferro presidente e Piccioli direttore generale

prev
Articolo Successivo

Governo, Giorgetti: “Rimpasto? Non ci interessa. Con noi al 30% subito l’autonomia, la vecchia Lega la aspetta”

next