Dopo le tensioni tra M5s e la Lega di Matteo Salvini sul capitolo giustizia, in particolare sulla riforma del processo penale e la prescrizione, è il ministro Alfonso Bonafede a rivendicare: “Accuse di Salvini? Niente polemiche, la riforma del processo penale si farà entro il 2019 e spero prima dell’estate di portarla all’attenzione del Cdm, anche perché è pronta da un mese e mezzo”, ha spiegato il ministro della Giustizia, a margine di un appuntamento presso la Corte d’Appello di Roma. Per poi però puntualizzare: “Ho solo precisato che ai vertici passati Salvini non è venuto”. Restano però i dissidi sul tema prescrizione, con la Lega che insiste a rivendicare come sia collegata all’entrata in vigore della riforma del processo penale. Bonafede, nonostante da mesi dal M5s rivendichino come i due provvedimenti siano separati, ora taglia corto: “Mai detto, con la Lega troveremo un accordo per la riforma”.