È stata confermata stamattina l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Armando Del Re, l’uomo di 28 anni accusato di aver aperto il fuoco in piazza Nazionale lo scorso 3 maggio, nel tentativo di uccidere Salvatore Nurcaro. Nella sparatoria erano rimaste ferite la piccola Noemi, di 4 anni, le cui condizioni stanno migliorando, e sua nonna di 51 anni. La custodia in carcere è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari Alessandro Buccino Grimaldi, del Tribunale di Siena.

Sempre questa mattina è stata fissata l’udienza di convalida del fermo per Antonio Del Re, fratello di Armando, accusato di avere aiutato il fratello nella sparatoria. Proseguono, per adesso, le indagini per stabilire con precisione il movente dell’agguato. Dalle prime ricostruzioni, i due avrebbero precedenti di reati legati allo spaccio di droga. Secondo il pubblico ministero, inoltre, l’agguato sarebbe avvenuto in pieno contesto camorristico. Per gli arresti, sono state decisive alcune intercettazioni.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Montante, giudice manda verbali in procura: “Ora si indaghi sui servizi”

next