Jean-Claude Juncker ci ha abituato a comportamenti bizzarri e trovate poco ortodosse. Ma quanto accaduto nei giorni scorsi in Rwanda, durante la cerimonia di commemorazione del genocidio che 25 anni fa ha causato quasi un milione di vittime, non ha davvero eguali. Dopo aver acceso la “Luce del ricordo” Juncker ha quasi dato fuoco alla first lady del Rwanda, Jeannette Kagame.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Julian Assange arrestato a Londra da Scotland Yard: “Nessuno è al di sopra della legge”

next
Articolo Successivo

Assange arrestato a Londra, il fondatore di Wikileaks trascinato fuori dall’ambasciata dell’Ecuador. Il video

next