Piccolo incidente nella palestra della scuola media Campi di Cremona, durante la visita di alcuni giocatori della Vanoli Basket. Il ‘lungo’ della squadra, Mangok Mathiang, sudsudanese naturalizzato australiano, classe 1992, ha sfondato il canestro. Ospite della scuola cittadina assieme al capitano della Vanoli Trevis Diener, Mango, così è soprannominato, si stava esibendo, nell’ambito del progetto Vanoli School Cup 2019, in una delle sue possenti schiacciate. Troppo possente, in questo caso. Senza volerlo ha infatti rotto il canestro della palestra, portandoselo poi a spasso. I ragazzi presenti, dopo aver sgranato gli occhi, la prendono con il sorriso, quasi onorati di essere stati protagonisti dell’episodio. La società biancoblù ha garantito che pagherà il danno: “Scusate scuola media Campi, il nostro Mango provvederà subito ad acquistare un canestro tutto nuovo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

La telecronaca da Istituto Luce è uno spasso: il bagno in piscina di Salvini diventa un’impresa da anni ’30

prev
Articolo Successivo

“Non la guido, state tranquilli”. Conte sale sulla Ferrari 250 GT della Polizia di Stato e il tour a Vinitaly finisce così

next