Privazione dell’ufficio, divieto perpetuo di dimorare anche temporaneamente nell’arcidiocesi e il divieto perpetuo di usare le insegne proprie dell’ufficio di Vescovo. Sono queste le pene imposte dal Tribunale Apostolico della Congregazione per la Dottrina della Fede a monsignor Anthony Sablan Apuron, vescovo di Guam ritenuto colpevole di violenze su minori. Questa decisione rappresenta la conclusione definitiva del caso. Non è possibile ulteriore appello. Ne dà notizia il Vaticano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gettoni d’oro mai coniati per i vincitori delle trasmissioni Rai: cinque dirigenti della Zecca indagati per truffa aggravata

next
Articolo Successivo

Bancarotta e autoriciclaggio, arrestato sindaco di Maierà (Cosenza). Sequestrati beni per 1,5 milioni

next