È calato il sipario sulla XIII edizione del Congresso Mondiale delle Famiglie. Un evento che ha raccolto per tre giorni nello stesso luogo un migliaio tra ministri, deputati russi, teocon americani, estremisti di destra e le associazioni pro life. “Qualche amico di governo pensa che qui ci sia un ritorno al passato, ma qui c’è il futuro” ha dichiarato il vice premier Matteo Salvini che sabato ha partecipato alla kermesse. Un parere non condiviso dall’alleato di governo del M5S che ha disertato l’evento (eccezion fatta per la senatrice Tiziana Drago). In piazza invece sabato sono scese centomila persone come segno di protesta contro la kermesse: “Non vogliono vedere una realtà che esiste già come le famiglie arcobaleno, qui non siamo al medioevo, ma all’età della pietra”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Disabilità e inclusione, il progetto LudoMi del Politecnico apre due Stanze Magiche per bambini nelle scuole del milanese

next
Articolo Successivo

Issa Amro, mandarlo a processo è l’unica cosa su cui Israele e Palestina sono d’accordo

next