“Tenere ferma la nave è un’ingiustizia. Perché lo fanno? Per farli annegare?”. Così ha risposto Papa Francesco al giornalista spagnolo Jordi Evole alla domanda se sapesse che “nel porto di Barcellona è stata bloccata la nave di Open Arms“. Evole – riferisce Avvenire.it – lo ha incontrato il 22 marzo a Roma. Nel colloquio di oltre un’ora il Papa ha risposto sugli abusi sessuali di religiosi, il ruolo delle donne nella Chiesa, la memoria storica, la disuguaglianza, i migranti e rifugiati. L’intervista andrà in onda domenica 31 sulla tv spagnola laSexta.

Ieri il pontefice era tornato sul tema dei migranti durante la sua prima visita ufficiale in Campidoglio: “Ancora più decisivo – aveva detto tra l’altro – è che Roma si mantenga all’altezza dei suoi compiti e della sua storia, che sappia anche nelle mutate circostanze odierne essere faro di civiltà e maestra di accoglienza, che non perda la saggezza che si manifesta nella capacità di integrare e far sentire ciascuno partecipe a pieno titolo di un destino comune”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tav, Bloomberg: “L’analisi costi-benefici boccerà il progetto perché insostenibile”. Toninelli: “Non è ancora completata”

next
Articolo Successivo

Carceri, garante: “Sovraffollamento non è fake news: per più di 13mila detenuti non c’è posto regolamentare”

next