Venerdì 22 marzo alle 22.45 su Nove ospite de “La Confessione” di Peter Gomez è il rapper e produttore discografico italiano Guè Pequeno. L’artista e il giornalista affrontano il tema delle dipendenze. “Lei ha detto di avere una dipendenza compulsiva da marchi costosi, da novità. Una dipendenza che la logora”, dice il direttore de Ilfattoquotidiano.it. “Ognuno ha le sue dipendenze. Io sono stato dipendente da tutto, tranne che dal gioco – risponde l’ex membro dei Club Dogo – Diciamo che il trucco nel mio caso, sta nel sostituire poi dipendenze con altre. Quindi sostituire dipendenze, per esempio, dalla droga o dall’alcool, con altre dipendenze che possano essere più sane“. “Che droga usa?”, insiste il conduttore. “Io ho usato parecchie droghe a parte l’eroina”, ribatte l’autore di Sinatra, il suo ultimo disco da solista. “Ecco, lei ne parla al passato. Vuol dire che ci ha dato un taglio?”, domanda ancora il direttore di FqMillennium. “Sì, diciamo che in questo momento non sono più così attratto dalla festa. Ho fatto tante feste. Comunque ho mantenuto una continuità lavorativa abbastanza invidiabile”, conclude il rapper.

“La Confessione” (12 episodi per 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Articolo Precedente

La Confessione (Nove), Guè Pequeno: “La mia famiglia? Borghese, di sinistra. Io penso ai soldi, mando avanti le cose”

next
Articolo Successivo

La Confessione (Nove), Gomez a Costanzo: “Che effetto le fece sapere che Dell’Utri trattava con la mafia?”. “Mi impressionò”

next