“Ci dobbiamo occupare di più di sicurezza interna. Siamo andati vicino a una strage, la cosa ci preoccupa enormemente. Abbiamo ottenuti grandi risultati dal punto di vista dell’immigrazione, ma basta creare casi nazionali su ogni singolo barcone”. Così Danilo Toninelli sull’autista arrestato, fermato in passato per guida in stato di ebbrezza: “Non sono un magistrato e non ho scritto le regole interne dell’azienda, so che c’è un senso di responsabilità che viene prima delle leggi. Quello del controllo. Inaccettabile che una società non faccia controlli sulle patenti degli autisti. Lo Stato farà di tutto per migliorare, ma lo devono fare anche gli altri”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Verdini cambia Matteo per restare al tavolo di chi comanda: Salvini al ristorante dell’inventore del Nazareno

next
Articolo Successivo

Pd, Prodi: “Non è più il partito dei ricchi”. Marattin replica con 7 tweet (senza citarlo): “Da noi lotta alla povertà”

next