Venerdì 15 marzo alle 22.45 su Nove va in onda “La Confessione” di Peter Gomez. Ospite è Pier Luigi Bersani. Il giornalista e l’ex segretario Pd si confrontano sulla valutazione della figura di Bettino Craxi. “Per lei, Craxi è stato uno statista o solo un corrotto latitante?”, chiede Gomez. Secondo l’ex ministro si tratta di “una figura ben complessa”. “Certamente guai con la giustizia ne ha avuti e se li è anche meritati – premette Bersani – Detto questo stiamo parlando di un’intelligenza politica, di un combattente politico quindi non va ridotto né nell’una, né nell’altra cosa”. Il presidente di Articolo 1 – Mdp rievoca i tempi della cosiddetta “Prima Repubblica”: “Io facevo l’amministratore in Emilia Romagna, quindi le cose le ho viste. Eravamo arrivati a un punto impotabile – racconta il deputato di Leu – Ammazzato Moro e finita l’idea Moro-Berlinguer, è cominciato il blocco, la palude, non c’era una strategia di cambiamento, di avanzamento, sono cominciati gli anni dove in quell’acqua stagnante della politica veniva fuori qualcosa di più della corruzione. Quasi un senso comune che la politica andasse pagata”.

“La Confessione” (12 episodi per 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.