Cristiano Ronaldo che indica i suoi attributi in segno di esultanza per la clamorosa vittoria della Juventus sull’Atletico Madrid in Champions League è diventato l’immagine simbolo di quella partita e all’indomani, ha conquistato le prime pagine dei quotidiani sportivi. Ora però quel gesto potrebbe costare caro a Cr7 perché, secondo i media spagnoli, sarebbe finito sotto inchiesta e rischierebbe una squalifica in vista dei quarti, con riferimento anche all'”incitamento alla violenza” che emerge dal labiale del fuoriclasse bianconero. Secondo la Gazzetta dello Sport però, dall’Uefa avrebbero smentito di aver aperto un’inchiesta su Ronaldo, precisando che non c’è alcun fascicolo sul caso.

Quella di Ronaldo è stata una mossa simile a quella del “Cholo” Simeone, che dopo il 2-0 nella partita di andata aveva compiuto un atto simile davanti alla propria panchina al Wanda Metropolitano. In quell’occasione il tecnico dell’Atletico Madrid si era preso una multa di 20mila euro ma nessun provvedimento da parte dell’Uefa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sci, Dominik Paris vince anche a Soldeu e conquista la coppa del mondo di SuperG

prev
Articolo Successivo

Atp finals a Torino, 78 milioni al tennis: serve chiarezza sui grandi eventi sportivi

next