Cambiato idea dopo la crisi minacciata sulla Tav? Certo siamo tutti nelle mani del buon Dio, non c’è niente di certo. È molto probabile che queste tre leggi siano leggi dello Stato entro primavera”. Queste le parole del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo lo scontro a distanza con il M5s e la crisi evocata, nel corso di una conferenza stampa in cui ha assicurato che saranno approvate entro primavera la legge sulla legittima difesa (per la quale è necessario l’ultimo passaggio al Senato), il codice rosso per le denunce di violenza da parte delle donne e l’inapplicabilità del rito abbreviato per i reati puniti con l’ergastolo. Una conferenza dove Salvini non ha voluto rispondere a domande sul caso Tav: “Se ne riparla da lunedì, non ci saranno vertici prima, torno a Milano”, ha tagliato corto. A chi gli ha chiesto se quindi ci sarà un governo in primavera, Salvini ha aggiunto: “Che ci sia un Parlamento è fondamentale, perché le leggi le approva il Parlamento”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Tav, La7 rivela studio inedito Ue a sostegno dell’Alta Velocità firmato da società di Ponti. “Non è analisi costi-benefici”

next
Articolo Successivo

Ddl Pillon, Salvini: “Richieste di ritiro? È buon punto di partenza. Migliorabile, ma diritto di famiglia va riformato”

next