È ufficiale. Adrian, lo show ideato e scritto da Adriano Celentano, è stato rimandato a data da destinarsi, presumibilmente tra settembre e ottobre. A comunicarlo una nota congiunta, scritta da Clan e Mediaset. “Per esigenze di salute e di convalescenza di Adriano Celentano le ulteriori cinque puntate di Adrian vengono riprogrammate per settembre/ottobre 2019. Il giorno esatto di messa in onda sarà comunicato successivamente”, si legge nel documento. La Srl del cantante e Cologno Monzese specificano poi che “come da originario sviluppo del programma che vedeva l’aumento progressivo della presenza di Adriano Celentano, quest’ultimo sarà presente in scena in tutte le restanti cinque puntate previste”.

Le indiscrezioni su un possibile rinvio erano già uscite lo scorso venerdì su TvBlog. Il sito aveva rivelato la decisione di sospendere la messa in onda per questa stagione televisiva e quella di rinviare le cinque puntate rimaste al prossimo autunno, addirittura cambiando canale: non più sulla rete ammiraglia, Canale 5, come per i primi episodi, ma su Italia 1 o Rete 4. La serie già lo scorso 6 febbraio era stata sospesa per problemi di salute del Molleggiato.

Lo spettacolo evento fin dall’inizio ha avuto “problemi di ascolti”. Il secondo appuntamento dello show evento di Adriano Celentano, lo scorso 22 gennaio, era stato visto da soli 3.965.000 telespettatori e il 15% di share nella prima parte e da 2.883.000 e il 13,3% nella seconda. Numeri non positivi che avevano confermato il trend negativo iniziato fin dalla prima puntata, fatta terminare addirittura un’ora prima.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nsl, nasce una nuova tv. Che ha dell’incredibile

prev
Articolo Successivo

Isola dei Famosi, Riccardo Fogli ha un malore ed è costretto a ritirarsi: si era sentito male anche giorni fa

next