Percosse, umiliazioni, botte. Le telecamere nascoste dei Carabinieri di Vergato, in provincia di Bologna, hanno registrato i maltrattamenti subiti da alcuni anziani ospiti nella casa famiglia di San Benedetto Val di Sambro. Quattro le misure cautelari emesse dal gip: il titolare, un 52enne bolognese, è finito in carcere anche con l‘accusa di violenza sessuale per due episodi ai danni di un’anziana, mentre altre tre persone (la moglie e due operatrici sanitarie) sono agli arresti domiciliari. La struttura è stata sequestrata.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rifiuti Roma, tredici arresti per traffico illecito: anche tre dipendenti dell’Ama

next
Articolo Successivo

Protesta latte, la controproposta dei pastori su prezzo: “80 centesimi ora e poi griglia con garanzie per arrivare all’euro”

next