In Occidente la sinistra è in declino, ma in Italia sta sparendo. ‘C’ero una volta … la Sinistra’, il format tv condotto da Antonio Padellaro e Silvia Truzzi, indaga le ragioni di una sconfitta dando la parola agli ex leader ‘rossi’. Uomini di prima fila, in missione per una rivoluzione di sinistra mai arrivata. Il protagonista della quarta puntata (da oggi in esclusiva su www.iloft.it e app Loft) è Pier Luigi Bersani.

Presidente della Regione Emilia-Romagna tra il 1993 e il 1996, Bersani è stato ministro dell’Industria, del commercio e dell’artigianato nei governi Prodi I e D’Alema I, ministro dei Trasporti e della navigazione nei governi D’Alema II e Amato II, ministro dello Sviluppo economico nel governo Prodi II. Dal 2009 ha ricoperto la carica di segretario del Partito democratico, ruolo che ha abbandonato il 19 aprile 2013, dopo l’esito fallimentare delle candidature a Presidente della Repubblica di Franco Marini e Romano Prodi: sentitosi tradito da un quarto della sua coalizione, annuncia l’intenzione di dimettersi da segretario del Partito democratico, immediatamente dopo l’elezione avvenuta del Capo dello Stato. Nel 2015 è tra coloro che vota no all’Italicum, la nuova legge elettorale approvata dalla Camera. Successivamente guida la cosiddetta “minoranza dem” all’interno del Partito democratico stesso, opponendosi ad alcune decisioni del l’allora premier Matteo Renzi. Nel 2016 annuncia la sua posizione circa il Referendum per le riforme costituzionali affermando di aver deciso di votare “No” e sostenere la campagna per il “No”. Entra con tale scelta in rotta di collisione con il premier e segretario del Pd Renzi. La rottura definitiva arriva il 25 febbraio 2017 quando la minoranza dem si scinde dal Pd dando vita a Articolo 1 – Movimento democratico e progressista (Mdp). Ne fanno parte oltre a Bersani anche Massimo D’Alema, Roberto Speranza ed Enrico Rossi. Alle elezioni politiche del 2018 viene rieletto alla Camera dei Deputati, nelle liste di Liberi e Uguali nella circoscrizione Emilia-Romagna.Parlando della nostalgia di alcuni ex compagni verso Silvio Berlusconi, Bersani risponde a Padellaro: “Là c’era l’illusione per alcuni che ci potesse essere una destra liberale e non stracciona in questo Paese, qua c’è l’eterno ritorno del pericolo di destre autoritarie che si affacciano sempre come destre sociali“.

Nella prima puntataAchille Occhetto ha raccontato la disfatta della ‘gioiosa macchina da guerra’ nel 1994, quando Berlusconi uccise i sogni della sinistra dopo oltre 40 anni di opposizione. Fausto Bertinotti, protagonista della seconda puntata, racconterà la vera storia della morte dell’Ulivo, al tempo in cui si divideva tra la piazza e i salotti. Nella terza puntata Massimo D’Alema accusa Matteo Renzi di aver consegnato l’Italia a Salvini.

‘C’ero una volta … la Sinistra’ è un programma realizzato in esclusiva per la piattaforma tv Loft (www.iloft.it e app Loft).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La Confessione, torna su Nove il programma tv di Peter Gomez da venerdì 22 febbraio alle 22.45

prev
Articolo Successivo

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta due fake news: è vero che l’analisi costi-benefici sul Tav è farlocca e di parte?

next