I genitori di un tredicenne hanno denunciato, sabato scorso, ai carabinieri un consigliere comunale leghista di Bellusco (Monza), accusandolo di aver colpito con una testata loro figlio, fratturandogli il setto nasale, per un petardo lanciato vicino a casa sua, venerdì sera a Bellusco (Monza). Secondo il loro racconto, il ragazzino, italo-egiziano, si trovava all’esterno dell’abitazione del consigliere insieme ad altri due coetanei. Uno, stando alle parole degli stessi ragazzini, sarebbe stato a sua volta aggredito a schiaffi e calci dallo stesso consigliere, mentre l’altro, un nordafricano, sarebbe stato apostrofato per la sua nazionalità. Il tredicenne, medicato in ospedale, è stato dimesso con una prognosi di sette giorni per la frattura. Le altre due coppie di genitori stanno valutando se sporgere o meno denuncia. L’accaduto e le dichiarazioni dei ragazzi sono ora al vaglio dei carabinieri, così come quelle di alcuni testimoni.

Fernando Biella sarebbe stato esasperato per le intemperanze dei ragazzi, vicino a casa sua. Biella, secondo quanto riporta il Corriere, ha ammesso di aver colpito, ma nega di aver tirato una testata e di aver rivolto insulti razzisti. “Non accetto questa ricostruzione – ha dichiarato alla stampa locale – da tempo questi ragazzi buttano petardi in casa mia, sono uscito per dire loro di smetterla, ma sono stato aggredito con un calcio al ginocchio”. Alla scena avrebbero assistito molte persone e i loro racconti sono al vaglio degli investigatori.