La Tav Torino-Lione? Il dibattito pubblico è incentrato su quest’opera, ma i cantieri non si sono interrotti. La Tav è un progetto complesso, ma non possiamo fermarci qui”. A rivendicarlo, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo all’assemblea dell’Alleanza Cooperative italiane, nel giorno della visita del vicepremier Matteo Salvini a Chiomonte. Se il leader della Lega ha ribadito di essere favorevole al completamento dell’opera, il presidente Conte, in attesa dell’analisi-costi benefici (“Stiamo completando”, si è limitato ad aggiungere, ndr), ha spiegato: “Stiamo lavorando a tanti altri cantieri: abbiamo sbloccato il Tap, il Terzo valico, stanno continuando i cantieri”, ricordando altre opere sulle quali il M5s aveva espresso la sua contrarietà in campagna elettorale, prima di concedere il via libera al completamento dei lavori una volta al governo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tav, Di Maio: “Con Lega differenze di vedute. Non vado a Chiomonte, il cantiere non è mai partito”

next
Articolo Successivo

Fuorionda Merkel-Conte, Salvini: “Io contro tutti? Non commento i labiali… sono contro tutti i poteri forti”

next