“Il ministro Di Maio dice che i dati dell’Istat dimostrano che nei mesi scorsi l’Istituto di Statistica ha falsificato i dati. Siamo stanchi delle buffonate di Di Maio: venga qui a dirci le sue cialtronate”. A dirlo, alla Camera, tra le proteste dei deputati, Luigi Marattin (Pd). Renato Brunetta, sempre sui dati diffusi dall’Istat che certificano un inizio di recessione del Pil, se l’è presa col presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Venga a riferire in Parlamento sulle sue capacità divinatorie”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tav, Borghi (Pd) denuncia: “Toninelli ha bloccato audizione su analisi costi-benefici. Dove sono gli alfieri della trasparenza?”

prev
Articolo Successivo

Sondaggi, il 57% degli italiani è contrario al processo per Salvini. Anche il 66% degli elettori M5s. Fiducia nel governo al 43%

next