Facebook ha deciso di dare un giro di vite alle Pagine che violano le policy della piattaforma, ossia che pubblicano contenuti in cui si inneggia all’odio e alla violenza, e con testi o immagini riferibili a molestie, bullismo e pornografia. Nel mirino anche le Pagine di supporto o elogio a persone o eventi a cui non è permesso essere su Facebook. Inoltre, la piattaforma di Mark Zuckerberg ha deciso di inasprire la politica sui “recidivi”. Il riferimento è a quelle Pagine che sono state bloccate (sempre per violazione delle policy), ma i cui gestori ripubblicano gli stessi contenuti in altre Pagine esistenti di loro gestione.

Le novità riguardano più che altro i gestori, ma anche tutti gli utenti, nella misura in cui potrebbe accadere che “spariscano” dei contenuti, delle Pagine o dei Gruppi. Non solo, la stretta si applica anche a Pagine o Gruppi che non hanno violato direttamente le policy di Facebook, ma che riportano i contenuti di quelle che lo fanno.

Le rimozioni saranno trasparenti, grazie a una nuova sezione chiamata “Page Quality“, in cui gli amministratori di un determinato spazio potranno trovare tutti i contenuti che sono stati rimossi e i motivi che hanno portato alla decisione. La valutazione viene fatta da personale indipendente certificato dalla rete International Fact-Checking Network. Nella Quality Page non verranno notificate rimozioni di contenuti come spam, clickbait (titoli fatti apposta per attirare clic e alzare i proventi pubblicitari) e simili.

Foto: Depositphotos

 

Per capire esattamente quali “aree” del social network siano interessate da queste novità, è bene fare un sintetico riepilogo di che cosa sono Profili, Pagine e Gruppi di Facebook. Il Profilo è la vostra pagina personale, o la pagina personale di un amico o parente. La Pagina è una sorta di Profilo, ma fatta da persone, aziende, marchi, enti pubblici e organizzazioni a vario titolo. I Gruppi sono ritrovi virtuali di persone che hanno interessi in comune, legami parentali o lavorativi. I Profili sono esenti dalle novità appena annunciate, mentre sono passibili di restrizioni le Pagine e i Gruppi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

UE Boom 3 e Megaboom 3, gli altoparlanti senza fili che galleggiano in piscina

next
Articolo Successivo

Stan è il robot che parcheggia le auto in aeroporto meglio di voi

next