Si trova in Svizzera un altro dei condannati per l’agguato di via Fani: si chiama Alvaro Lojacono, esponente delle Brigate rosse e autore di una latitanza avventurosa. È passato dal Nord Africa e dal Sud America: alla fine ha trovato riparo nel Paese elvetico, acquisendone la cittadinanza con il nome di Alvaro Baragiola. Non è dunque estradabile. Un altro membro di spicco delle Br era Leonardo Bertulazzi: latitante per 22 anni, fuggito in Argentina, ha scontato otto mesi. Oggi vive a Buenos Aires. L’ex esponente delle Br Marina Petrella invece fu salvata da Nicolas Sarkozy: l’ex presidente francese ne bloccò l’estradizione per motivi umanitari.