“Penso che mio padre, Sabatini e Campagna possano finalmente riposare in pace”. Lo ha detto Alberto Torregiani, figlio di Pierluigi (ucciso dai Proletari armati per il comunismo nel ’79), arrivando alla scuola politica della Lega, sull’arresto di Cesare Battisti avvenuto a Santa Cruz, in Bolivia. “La ferita non è ancora chiusa, sarà chiusa quando sarà determinata la carcerazione. Voglio esprimere la mia gratitudine alle forze dell’ordine e non a qualche politico”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Battisti, Vauro: “Fantasma che viene da anni orribili. La firma per lui nel 2004? Non la ritirai per colpevole superficialità”

next
Articolo Successivo

Pisa, liquido contro venditore senegalese. La dinamica è ancora da accertare. Polemica politica sul “clima d’odio”

next