Il Consumer Electronic Show 2019 che ha preso oggi il via a Las Vegas è stata l’occasione per l’annuncio dei nuovi processori grafici di Nvidia. Il produttore ha tolto i veli sulle GPU (Graphics Processing Unit) denominate GeForce RTX 20-Series. I nuovi prodotti comprendono tre modelli: GeForce RTX 2080, RTX 2070 e RTX 2060, di cui i primi due sono disponibili anche in versione Max-Q, ossia per i portatili ultrasottili indirizzati ai videogiocatori.

L’azienda promette per le nuove linee notebook basate su GeForce RTX 2080 Max-Q un 40% in più di efficienza rispetto alle generazioni attuali di fascia alta. Per verificare questa informazione dovremo attendere la disponibilità dei primi modelli, che dovrebbero essere oltre una quarantina. Al momento non sono stati annunciati tutti, ma i maggiori produttori hanno già scoperto le loro carte. Vediamole.

Alienware, la divisione gaming di Dell, ha annunciato i nuovi Alienware m17 e m15, che vedono appunto le GPU Nvidia come fiore all’occhiello. L’Alienware m17 è un portatile con schermo da 17 pollici e strutturalmente la sua maggiore novità è che pesa 2,6 chilogrammi, ossia il 40% in meno rispetto al predecessore. La configurazione, oltre alla GPU Nvidia fino alla RTX 2080 in configurazione Max-Q, comprende processori Intel fino al Core i9-8950HK, fino a 32 GB di memoria RAM e supporti di archiviazione SSD fino a 1TB. Oltreoceano il prezzo d’ingresso per questa gamma è di 1.649,99 dollari.

Se per i vostri gusti un portatile da 17 pollici è troppo ingombrante, meglio puntare sull’Alienware m15. Esteticamente identico ai modelli attuali, internamente presenta configurazioni vengono potenziate con processori fino agli Intel Core i9 e grafica GPU GeForce RTX di Nvidia. Inoltre, lo schermo da 15 pollici potrà avere risoluzioni Ultra HD con supporto HDR.

Il produttore taiwanese Asus ha invece esordito con due prodotti. Il più classico Zephyrus S GX701, e l’innovativo ROG Mothership GZ700, una sorta di portatile all-in-one che funziona anche come sostituto del desktop. Il primo è un modello con schermo da 17 pollici  Full HD che vanta una frequenza di aggiornamento delle immagini di 144 Hz – ideale per chi gioca. Il processore è un Core i7-8750H, affiancato ovviamente dalle ultime GPU RTX mobile di Nvidia. Sul mercato arriverà anche l’alternativa da 15 pollici chiamata GX531, con una dotazione simile.

Ad attirare maggiormente l’attenzione è il ROG Mothership GZ700, un prodotto che si ripiega come un portatile, ma che una volta aperto è più simile a un Microsoft Surface Pro. In sostanza, avrete la tastiera rimovibile che si può anche collegare a un normale computer desktop, e uno schermo da 17 pollici a 144 Hz per assicurarvi scene di gioco fluide. La configurazione comprende il processore Intel Core i9-8950HK a 4.8 GHz, grafica Nvidia GeForce RTX 2080 con 8 GB di memoria dedicata e una dotazione di memoria RAM fino a 64 GB. Complessivamente questo prodotto misura 510 x 320 x 29,9 mm e pesa 4,7 kg.

Acer ha presentato invece i nuovi Predator Triton 900 e Triton 500, rispettivamente da 17 e da 15 pollici. Entrambi sono equipaggiati con GPU Nvidia GeForce RTX. Il Triton arriverà in commercio a febbraio con prezzi a partire da 1.799 dollari, mentre il Triton 900 seguirà a marzo, con quotazioni da 3.999 dollari. La maggiore novità del Triton 900 è l’Ezel Aero Hinge, una cornice che permette al monitor di essere ruotato per usare il portatile anche come un tablet. Malgrado questa cerniera, lo spessore del portatile è di soli 23,8 millimetri. Oltre alla GPU RTX 2080, a bordo c’è un processore Core i7 di ottava generazione della serie H per garantire prestazioni sia in gaming che durante la produttività.

Il modello da 15 pollici è un più standard, con corpo in metallo e cornici sottili. È spesso 17,9 millimetri e integra GPU fino alla Nvidia GeForce RTX 2080 Max-Q. Lo schermo da 15,6 pollici supporta G-Sync e un refresh rate fino a 144 Hz. Anche in questo caso a bordo ci sono CPU fino al Core i7-H di ottava generazione. Entrambi i sistemi offrono supporti di archiviazione SSD e fino a 32 GB di memoria DDR4. Insieme ai portatili, Acer ha annunciato l’arrivo dell’app per smartphone PredatorSense, che consentirà di intervenire su frequenze, illuminazione, audio e raffreddamento direttamente dal telefono.

HP ha rinnovato il modello Omen 15 installando le nuove GPU di Nvidia in versione Max-Q, affiancate da processori Core i7-8750H, 16 GB di RAM, Wi-Fi 802.11ax, SSD da 128 GB e hard disk da 1 TB. Lo schermo è un 15,6 pollici Full HD. Il portatile debutterà a febbraio a 1.369 dollari.

Chiudiamo questa prima carrellata di prodotti con Razer, che ha annunciato il Razer Blade 15 Advanced con GPU Nvidia RTX 20-Series e prezzo a partire da 2.299 dollari. È dotato di un processore Core i7-8750H e di schermi da 15,6 pollici con risoluzioni Full HD o 4K con supporto touch. Per quanto concerne i chip di Nvidia è possibile scegliere tra GeForce RTX 2060, RTX 2070 Max-Q o RTX 2080 Max-Q, e l’archiviazione prevede un SSD da 256 o 512 GB. A bordo troviamo 16 GB di memoria DDR4, con supporto all’espansione fino a 64 GB. Al prezzo di base si ottiene la versione con schermo Full HD, RTX 2060, SSD da 512 GB, mentre acquistando lo stesso sistema con RTX 2080 Max-Q si toccano i 3.000 dollari.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Polaroid Originals One Step 2, la fotocamera a stampa “istantanea” per i nostalgici delle foto in stile anni ’80

prev
Articolo Successivo

Jabra presenta le cuffie wireless Elite 85H con riduzione attiva del rumore e 32 ore di autonomia

next