A Roma per presentare il libro di Bruno Vespa ‘Rivoluzione’, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ha annunciato la possibilità di correre alle elezioni Europee: “Credo che presentarsi e poi non poter partecipare con continuità alla vita del Parlamento europeo non sia giusto nei confronti di chi mi vota. Però è molto probabile che alla fine accetti di candidarmi alle prossime Europee”, ha spiegato il presidente azzurro a Vespa, aggiungendo che intende presentare la sua candidatura “in tutti i collegi seguito da un candidato donna”. Berlusconi non si è poi fatto mancare una battuta nei confronti di suoi vecchi ‘delfini‘, da Alfano a Fini, (gli stessi che poi finirono per tradirlo, ndr): “Si sono rivelati sardine“, ha ironizzato, pur senza nominarli.
Ma non solo. Berlusconi ha poi negato di avere intenzione di creare nuovi legami con un possibile partito di Matteo Renzi, nel caso l’ex premier decidesse di lasciare il Pd: “Nessuna connessione con un nuovo partito di Renzi. Secondo gli ultimi sondaggi sarebbe stimato al 6 per cento. Comunque, non ci sono stati contatti con lui e qualsiasi contatto avrebbe conseguenze negative sul nostro elettorato”, ha rivendicato. Poi, replicando al Fattoquotidiano.it, ha aggiunto: “Renzi lascerà davvero il Pd? Questo non lo so“.