Non avevano bisogno di vincere. Ma le azzurre della pallavolo lo hanno fatto ancora. E in grande stile. Il sestetto guidato da Davide Mazzanti ha battuto per 3-1 le campionesse del mondo in carica: le giocatrici Usa. Così l’Italia arriva a quota 9 vittorie consecutive e si garantisce il primo posto del girone F, dopo aver sconfitto mercoledì la Russia con un netto 3-1. Ora le azzurre attendono solo di sapere quali saranno le loro avversarie alla Final Six.

La vittoria con gli Usa – Il primo set è dominato dalle azzurre che schiacciano le avversarie con un netto 25-16. Paola Egonu ha ancora il braccio caldo e mette a segno 8 attacchi vincenti. La segue la schiacciatrice Miriam Sylla, pronta a capitalizzare qualsiasi alzata della rivelazione Ofelia Malinov.

Il secondo set fila via punto a punto. Ma le italiane alle fine vincono 25 a 23, aggiudicandosi già così matematicamente il primo posto del girone. Gli Stati Uniti poi accorciano le distanze e provano a rimontare, vincendo 25-20 il terzo set. Le azzurre, però, chiudono il match nel quarto set, tornando a dominare con un 25-16.

Per gli Stati Uniti ora non resta che una possibilità per passare alla fase successiva: sperare che la Cina batta la Russia. Le campionesse del mondo in carica, infatti, sono a 19 punti, terze del girone dopo le asiatiche e in vantaggio di una sola lunghezza sulle russe.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mondiali volley femminile, l’Italia batte 3 a 1 la Russia e si qualifica alle fasi finali

prev
Articolo Successivo

Piatek, scoperto dal Genoa durante una cena. Perché certi talenti li trovano solo le ‘piccole’

next