Marc Marquez vince anche il Gran Premio di Thailandia e consolida il proprio vantaggio in testa alla classifica piloti, che ora è di 77 punti a 4 gare dalla fine. Nel 15° appuntamento del mondiale, sul circuito di Buriram, lo spagnolo ha superato con un incrocio all’ultima curva la Ducati di Andrea Dovizioso, al termine di un duello portato avanti per l’intera gara. Terza piazza per la Yamaha di Maverick Viñales, che chiude davanti al compagno di squadra Valentino Rossi, finito quarto dopo essere stato in testa nei primi giri.

Quinto posto per Alex Rins con la Suzuki, davanti alla Yamaha Tech 3 di Johann Zarco. Completano la top ten Cal Crutchlow, Alvaro Bautista, Danilo Petrucci e Jack Miller. Ora Marquez ha la possibilità di vincere il quinto titolo mondiale già tra due settimane in Giappone, nel Gp di Motegi: gli basterà non perdere punti sull’inseguitore Dovizioso.

“Come ho battuto Dovizioso? Provando a fare quello che di solito fa lui, arrivare davanti all’ultima curva”, ha scherzato il vincitore dopo la gara. “È stato molto difficile, soprattutto quando sai che negli ultimi giri con la Ducati hai sempre perso”.

“Non è bello perdere all’ultima curva, però sono molto felice comunque” ha commentato Dovizioso. -“Su questo circuito abbiamo avuto un po’ di problemi nei test di febbraio, penso di aver fatto un bello step in avanti – ha aggiunto – il team ha fatto un lavoro incredibile, noi continuiamo a migliorare“. “Ho provato di tutto ma alla fine dei quattro ero quello un po’ più in difficoltà”, è invece il commento di Valentino Rossi. “Ero preoccupato di perdere il podio, che era il mio obiettivo, e alla fine così è stato. Maverick ne aveva di più negli ultimi giri”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp, pole position per Marquez nel Gp della Thailandia. Secondo Rossi, seguito da Dovizioso

prev
Articolo Successivo

MotoGp, Marquez vince in Giappone e si prende il settimo titolo. Poi esagera nel festeggiare e si fa male alla spalla

next