Vaccini? Ci siamo opposti al decreto Lorenzin, perché il nostro obiettivo, sia come forza politica, sia come governo, è superarlo. Non siamo contro i vaccini, ma siamo favorevoli”. Sono le parole pronunciate a L’Aria che Tira (La7) dal ministro della Salute, Giulia Grillo, che smentisce anche le voci, da lei definite “fake news”, secondo cui abbandonerebbe il suo dicastero a seguito della maternità. Sui vaccini precisa: “Lo strumento dell’obbligo va utilizzato in maniera intelligente, ovviamente obbligando i cittadini a vaccinarsi solo laddove è necessario. Sicuramente è necessario l’obbligo sul morbillo, a differenza di altre patologie per le quali è sufficiente la raccomandazione, come accade in altri Paesi. Penso, ad esempio, all’esavalente”. Il ministro M5s si dichiara fiduciosa nei confronti del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, e si dichiara favorevole alla liberalizzazione delle droghe leggere. Ma sottolinea: “Non è un punto contenuto nel contratto di governo e al momento non è nemmeno un argomento di cui si sta discutendo in Parlamento. Noi, nella scorsa legislatura, depositammo una proposta di legge nella direzione della liberalizzazione. Sono anche favorevole alla cannabis terapeutica. Ci sono grandi vantaggi per i malati che la usano. Purtroppo, però, la produzione non è sufficiente per soddisfare le richieste e stiamo lavorando per risolvere questo problema”.